Città e paesi, mezzi di trasporto pubblici e privati, edifici e aziende che abbandonano definitivamente l’energia da fonti fossili: questo scenario potrebbe avverarsi nell’immediato futuro in Sardegna. L’isola, grazie alle sue caratteristiche uniche e a un partner come Enel X, ha le carte in regola per diventare la prima regione d’Italia alimentata unicamente da energia elettrica sostenibile.

Un contesto unico

“Elettrificazione degli usi” significa usare l’energia elettrica come vettore per fornire un servizio altrimenti soddisfatto da altre fonti energetiche, un passaggio fondamentale verso la transizione energetica. Perché la Sardegna si erge come capofila di questo processo? È presto detto:

– Grande abbondanza di risorse rinnovabili;

– Livello di elettrificazione degli usi più alto della media italiana (28% contro 21%);

Tyrrhenian Link di Terna (un doppio cavo sottomarino da 1000 MW di potenza che, tra 2026 e 2027, collegherà Sardegna, Sicilia e penisola italiana).

Per accelerare il processo, sostanzialmente già in atto, c’è solo bisogno del giusto partner.

Enel X: partner per l’elettrificazione

Enel X semplifica e rende accessibile l’elettrificazione degli usi in Sardegna grazie al modello Energy-as-a-Service: la sua offerta modulare, scalabile e a consumo risponde in maniera efficace ed efficiente a tutti i bisogni dei target di riferimento.

Abitazioni private, aziende, edifici pubblici e intere città possono consumare meno, consumare meglio e autoprodurre l’energia di cui necessitano da fonti rinnovabili. E le soluzioni messe a disposizione da Enel X faranno in modo che privati cittadini, aziende e pubbliche amministrazioni dell’isola possano beneficiare dei vantaggi dell’elettrificazione degli usi, diventando i veri protagonisti della transizione energetica.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *